Tecniche

CLASSIFICAZIONE

Guy Postiaux propone una classificazione nuova e universale delletecniche di fisioterapia respiratoria iniziando da un modello fisico matematico dell'apparato respiratorio che si appoggia al modello morfometrico di Weibel e all' Equazione della pressione motrice secondo Röhrer (vedi metodo). Questo modello permette di strutturare l'insegnamento.

E'in effetti l'associazione tra la stetoacustica e la meccanica ventilatoria che permette, a partire da un concetto a "tappe " dell'ostruzione broncopolmonare , di arrivare ad una classificazione anatomica e funzionale delle tecniche di fisioterapia. I dati scientifici disponibili a proposito della toilette bronchiale autorizzano questa classificazione.

Sembra in effetti che l'abituale classificazione nosologica (basata sulla diagnosi) delle tecniche di fisioterapia respiratoria come viene attualmente insegnata non sia soddisfacente; poiché al di la della sua carenza pedagogica strutturale, essa trascura sovente la semiologia e la fisiologia specifiche che invece devono guidare il fisioterapista nella sua azione.

Viene dunque proposta qui un'altra classificazione delle tecniche di fisioterapia respiratoria avvalorata da argomenti scientifici che giustificano le loro indicazioni, i loro effetti potenziali o auspicati.

 

AUSCULTAZIONE


La pratica delle tecniche di fisioterapia respiratoria proposta è inconcepibile senza la guida dell'auscultazione. I risultati delle ricerche in fisica acustica portati avanti in questi ultimi 20 anni dall'ILSA, hanno permesso di arrivare ad una semplificazione della nomenclatura sull'auscultazione polmonare, ma anche alla definizione di parametri di stetoacustica oggettivi che costituiscono un punto di riferimento diretto capace di guidare l'azione del fisioterapista nella pratica..

La pubblicazione del gruppo CORSA (Computerized Respiratory Sound Analysis, Eur Respir Rev n°77,2000) che definiva gli standard di analisi dei rumori respiratori fornisce al ricercatore in stetoacustica e in fisioterapia guidata dall'auscultazione, uno strumento di riferimento indispensabile per l'esecuzione di misure corrette. Bisogna sperare che questa pubblicazione spingerà altri fisioterapisti dopo di noi a volgersi verso questo modo di agire obbiettivo che molteplici contributi potrà portare alle tecniche di fisioterapia.

Nonostante i progressi, un' adeguata formazione in auscultazione polmonare, ancor oggi non viene fornita in maniera sistematica nelle scuole e nelle università. Benché l'auscultazione sia riconosciuta come il metodo clinico di preferenza che permette di riconoscere l'esistenza di un'ostruzione bronchiale (raccomandazioni delle " Jourenées Internationales de Kinésithérapie In strumentale - JIKRI, Lione nov.2000). Sono tuttavia indispensabili in prospettiva degli studi multicentrici per meglio precisare sensibilità e specificità. Resta dunque ancora un enorme lavoro da fare per i giovani fisioterapisti curiosi dal punto di vista scientifico a tal punto che il nostro contributo personale , frutto di 20 anni di esperienza clinica e di ricerche sperimentali, continua ad arricchirsi di risultati obbiettivi che favoriscono l'insorgere di tecniche di misurazione acustica poco costose

 

DESCRIZIONE

Le tecniche di cura proposta da Guy Postiaux sono:

Per l'adulto, l'adolescente, il ragazzo

ELTGOL: Espirazione Lenta Totale Glottide Aperta in infralaterale

EDIC: Esercizio a Flusso Inspiratorio Controllato

 

Per il neonato

ELPr: Espirazione Lenta Prolungata

PTE: Pompaggio Tracheale Espiratorio

DRR: Disostruzione rinofaringea Retrograda

DRR + I

GPR: Glosso Pulsione Retrograda

etc...